La Più Bella Serata Della Mia Vita - 1972

Sinossi

Alfredo Rossi è un industriale romano residente a Milano, di passaggio in Svizzera per trasferire illegalmente 100 milioni di lire. Incorso in noie con un vigile, arriverà tardi per il deposito in banca. Costretto ad attendere il giorno successivo per la riapertura, si mette in cerca di un albergo ma la sua attenzione viene catturata da un’avvenente motociclista che si fa seguire – in una sorta di gioco a non farsi prendere – fino alle montagne. Qui la macchina di Alfredo si ferma per un misterioso guasto, mentre la ragazza si dilegua. Solo e sperduto nella incantevole natura di montagna, l’uomo si trova costretto a chiedere ospitalità nel luogo più prossimo alla piccola disavventura: un castello di proprietà di un Conte in cui dimorano quattro magistrati che gli prospettano un singolare gioco di ruolo. Dovrebbe prestarsi a fare l’imputato in un processo sulla sua vita. O meglio: su ciò che della sua vita è più oscuro e nebuloso, quanto meno passibile di giudizio e conseguente pena. In un primo momento perplesso, Alberto accetta non tanto perché convinto di passare una serata alternativa, quanto per aver scorto le grazie di una splendida e giovanissima cameriera. In un’atmosfera giocosa e goliardica, il processo comincia con una tavola imbandita di gustose pietanze e di vini pregiati, e scherzando e ridendo si avventura, in men che non si dica, nel privato di un uomo piccolo borghese che ha fatto carriera attraverso loschi espedienti, innocue malefatte e colpi di fortuna, raggiungendo una posizione di prestigio grazie alla morte di un suo superiore che non lo aveva affatto in simpatia. In una sarabanda di confessioni volute o facilmente estorte, grazie al vino che scorre a fiumi, Alberto a fine serata di trova addirittura condannato alla pena capitale. Ma in fondo è solo un gioco. O forse no?

Cast Artistico

Alberto Sordi: Alfredo Rossi Michel Simon: Avvocato Zorn Janet Agren: Simonetta Charles Vanel: Giudice Dutz Claude Dauphin: cancelliere Bouisson Pierre Brasseur: Conte La Brunetiere Giuseppe Maffioli: Pilet  

Cast Tecnico

Regia: Ettore Scola Soggetto: La panne. Una storia ancora possibile Sceneggiatura: Ettore Scola, Sergio Amidei Produttore: Dino De Laurentiis Fotografia: Claudio Cirillo Montaggio: Raimondo Crociani Musiche: Armando Trovajoli Scenografia: Luciano Ricceri  
Syrus.Blog