Guardia, Guardia Scelta, Brigadiere E Maresciallo - 1956

Sinossi

E' la storia di quattro uomini, che vegliano all'ordinato svolgimento della vita cittadina. Alberto è il vigile zelante, scrupoloso, pignolo, che nel comminare contravvenzioni raggiunge giornalmente le più alte percentuali. Peppino, guardia scelta, è addetto all'ufficio contravvenzioni; ma le sue preoccupazioni sono di natura più elevata, giacché ha composto un nuovo inno per i vigili e sogna di vederlo adottato in luogo dell'attuale. Il brigadiere Pietro è un tipo bonario, un pacioccone: ha una figliola ed un ragazzino. Il maresciallo è un uomo comprensivo ed umano: dirigere i metropolitani sarebbe per lui un compito abbastanza semplice, se non ci fossero, a complicarlo, le manie di due suoi dipendenti. Alberto vorrebbe diventare interprete e studia accanitamente il francese, servendosi degli appositi dischi; Peppino non fa che pensare al suo inno e nella speranza di spuntarla ricorre alla protezione di un Monsignore, suo lontano parente. Ma Alberto viene bocciato all'esame di francese e il sogno di Peppino resta tale. La figlia di Pietro sposa un giovane pugile e Peppino e Alberto si fanno in quattro per aiutare Pietro nei preparativi. Alla fine Alberto verrà trasferito a Milano: il maresciallo ha voluto punirlo per le troppe contravvenzioni elevate.
 

Cast Artistico

 Alberto Sordi (Guardia), Peppino De Filippo (Guardia scelta), Aldo Fabrizzi (Brigadiere), Gino Cervi (Maresciallo), Valeria Moriconi (Maria), Tiberio Mitri (Sandro), Edoardo Nevola (Tonino), Nino Manfredi (Paolo), Alessandra Panaro (Charlotte), Lidia Johnson (Beba), Memmo Carotenuto (Ugo), Oscar Blando (Nino), Mino Doro (Giacomo), Riccardo Garrone (Enrico), Anita Durante (Adriana), Alvaro Strina (Dario), Gina Amendola (Elisa), Livia Venturini (Antonella), Ciccio Barbi,

Cast Tecnico

Regia: Mauro Bolognini
Soggetto: Paolo Frascà
Sceneggiatura: Ruggero Maccari Ettore Scola Nicola Manzari
Produttore: Luigi Rovere
Casa di produzione: ENIC Imperial Film
Fotografia: Aldo Giordani
Montaggio: Roberto Cinquini
Musiche: Carlo Rustichelli
Scenografia: Flavio Mogherini
Costumi: Elio Costanzi

Syrus.Blog