Gastone - 1959
image0

Sinossi

Gastone, uno degli ultimi tipici rappresentanti di un'epoca scomparsa, di una generazione di spensierati gaudenti, fa il "danseur mondain" in un tabarin ed aiuta la propria "partner" Sonia, sedicente duchessa russa, presentandole qualche danaroso ammiratore. Gastone sogna la grande avventura e la gloria sul palcoscenico del "Salone Margherita", e crede di essere sulla buona strada quando incontra Nannina, servetta piena di ambizione e allieva di danza. Liberatosi di Sonia, egli lancia Nannina con l'aiuto di un maturo principe, assai prodigo dei denari della propria moglie, e di un usuraio che si fa beffare dalle donne: egli sogna di far debuttare al suo fianco la nuova recluta. Ma Nannina o "Anne la belle", come si fa chiamare, approfittando di una forzata assenza di Gastone, si presenta da sola sul palcoscenico, senza attendere il suo "partner", ed ottiene un grande successo. Ella non si fa poi alcun scrupolo di abbandonare Gastone, accettando le proposte di un impresario milanese. Rimasto solo e privo di mezzi, Gastone tenta invano di risalire la china: con una vecchia amica costituisce di nuovo una coppia per il varietà; ma nessuno li vuole scritturare. sconfitto ormai irrimediabilmente, Gastone, sempre nel suo impeccabile frac, s'incontra con Nannina, divenuta una vedetta di fama internazionale.

Cast Artistico

Alberto Sordi: Gastone
Vittorio De Sica: il principe
Anna Maria Ferrero: Nannina
Paolo Stoppa: Achille
Franca Marzi: Rosa
Chelo Alonso: Carmencita
Magali Noël: Sonia
Tino Scotti: l'illusionista
Angela Luce: Yvonne
Nando Bruno: Michele
Salvo Libassi: il commissario
Mimmo Palmara: l'impresario
Mino Doro: Cavallini
Linda Sini: Lucy
Livio Lorenzon: capitano Negri
Nanda Primavera: donna Flora
 

Cast Tecnico

Regia: Mario Bonnard
Soggetto: Ettore Margadonna, Luciana Corda
Sceneggiatura: Oreste Biancoli, Mario Bonnard, Rodolfo Sonego
Produttore: Mario Cecchi Gori 
Fotografia: Luciano Trasatti
Montaggio: Eraldo Da Roma
Musiche: Angelo Francesco Lavagnino
Costumi: Maria De Matteis 
 

Syrus.Blog